Chi sono



Oggi, disteso su un letto di lacrime,
angosce e spirali di sangue,
ripeto le mie parole nella speranza
di imparare la parte.

Ma la mia voce non mi appartiene.
E ogni cosa che faccio non è più
nè teatro nè vita.